Italiano English Francese

davidemanghi.com

Medico chirurgo, Specialista in Psichiatria.
Psicoterapeuta.
Iscritto all'Albo dei Periti e dei Consulenti del Tribunale di Lodi.

Dottor Davide Manghi

Il Dottor Davide Manghi riceve:
  • a Lodi, Via IV Novembre, 21
  • a Milano, Corso Vercelli, 5
  • I contatti telefonici sono +39 335 52.35.579
    Il Fax è +39 371 95.31.12
    L'indirizzo e-mail è info@davidemanghi.com

    Scarica l'App per il telefonino da    oppure da

    Attualmente sei su:

    16/03/17 - Perugia Social Photo

     Presento l'Abstract della mia comunicazione al Perugia Social Photo Festival.

     Davide Manghi

    UTILIZZO DELL'IMMAGINE DI SE' ED ATTITUDINE PSICOTERAPEUTICA.
    RACCONTO DI UN'ESPERIENZA.

    Occuparsi di aspetti espressivi nella terapia e nella riabilitazione - i miei ambiti di lavoro e di ricerca - è ormai un dato di fatto reale in molte realtà di lavoro con diverse utenze.
    Possiamo constatare facilmente che ormai in quasi tutte le realtà strutturate, nel pubblico come nel privato, esiste uno spazio ed un tempo riservato a queste attività; queste possono avere carattere diverso, ma hanno in genere struttura e strategie sovrapponibili e ben riconoscibili.
    Se il Gruppo o il Laboratorio di attività espressive rappresenta un contenitore riconosciuto, mi sembra ci si occupi con molta maggiore difficoltà del contenuto, vale a dire di quanto avviene all’interno di questi spazi e di queste attività.
    In particolare il lavoro sull’immagine di sè, mediato dalla fotografia, dalla televisione o da altri strumenti, può attivare contenuti emotivi che sono rivelatori di vissuti, di stili di relazione, di desideri e paure.
    Esso richiede di sapere osservare, ed essere disposti, nell’arco di un rapporto di più lunga durata, a funzionare come memoria attenta e protettiva.
    Il passo iniziale è costituito dal riconoscere al proprio lavoro ed al proprio ruolo un’attitudine che si lega profondamente alla psicoterapia, pur senza essere psicoterapia. Ognuno che in veste di operatore si occupa di espressività ha il dovere di condividere l’idea dell’importanza del proprio intervento, dell'utilità e dell'efficacia, ma anche della delicatezza, che esso ha, della possibilità di renderlo utile ed efficace, mirato allo scopo di fare sentire riconosciuta ed ascoltata la persona con cui si lavora.
    In questo senso bisogna cominciare a fare clinica, essere d’accordo sul valore profondo che la nostra attività può assumere, anche al di là delle nostre intenzioni.
    Per questo verranno presentate alcune fasi del lavoro con una famiglia.